0 Liked

Kawasaki Z300

Ha esordito all’EICMA di Milano la Kawasaki Z300 che si presenta al mercato coma la nuda entry level della serie Z. Affiancando le sorelle più prestazionali Z1000 e Z800, la Kawasaki Z300 si contraddistingue per la carrozzeria muscolosa e per il potente bicilindrico da 300 cc che insieme al telaio condivide con la Ninjia 300. Il motore, raffreddato a liquido, è placcato e costruito in materiali che limitano il peso come alluminio ed acciaio leggero. Il cuore della Z300 offre alti valori di coppia a bassi e medi regimi, garantendo una grande spinta quando è su di giri. Le prestazioni offerte sono di 38 cavalli di potenza ad 11000 giri e 27 Nm di coppia massima a 10000 giri.

Per contenere la rumorosità e per garantire una migliore guidabilità, la moto è dotata di scarico che assicura una buona coppia motrice ed un silenziatore corto. La nuda made Kawasaki, per ribadire la sua appartenenza alla serie Z, ha una coda dall’aspetto “minimalista”, mentre l’aggressività frontale è sottolineata dal faro incastonato in una cornice in plastica nera.

La rigidezza del telaio con la caratteristica forma a diamante è ottenuta grazie all’utilizzo di acciaio ad alta resistenza ed a rinforzi in gomma nella zona del propulsore. Adattabili a tutti i fondi ed a tutte le velocità si rivelano la forcella anteriore telescopica di 37 mm e la sospensione posteriore targata Uni-Trak. La strumentazione, infine, è di tipo analogico per quanto riguarda il tachimetro, mentre offre uno schermo multifinzione LCD retroilluminato color ambra per gli altri comandi.